News

Controlla gli aggiornamenti di mercato

Novità affitti comune di Bologna

Novità affitti comune di Bologna

Novità affitti comune di Bologna

Novità affitti comune di Bologna  comunali del Comune di Bologna, di cui alla legge 431/98, sono stati aggiornati. Di conseguenza entreranno in vigore i nuovi valori per il calcolo dei canoni agevolati a partire dalla data di deposito in Comune prevista per Lunedì 21 Ottobre prossimo (non appena sarà disponibile il n° di protocollo ve lo comunicheremo).

Le novità sostanziali sono:

rimangono inalterate, la distribuzione delle zone, il sistema di calcolo della metratura, l’elenco delle sottozone di Pregio o di Degrado
è stato meglio specificata la definizione di vano utile (vano finestrato di almeno 9 mq) in modo di avere un’unità di misura incontrovertibile e non interpretabile
i valori sono stati diminuiti mediamente di un 8% rispetto ai precedenti del 2008
Sono stati inoltre modificati alcuni elementi parametrali (il nuovo schema lo trovate nella scheda di calcolo fornita dalle associazioni) ed è stato precisato in modo più chiaro il criterio applicativo degli elementi parametrali stessi:

Elemento posto auto esclusivo è stato precisato che deve essere accatastato come tale
Elemento piano è stato specificato che è riconosciuto anche per piani terreni o rialzati dotati di aree esclusive collegate
Elemento riscaldamento valido oltre che per l’autonomo certificato anche per il centralizzato con contabilizzazione di calorie o con riscaldamento a pavimento (anche senza contabilizzazione)
Elemento blindata e doppi vetri : indicazione delle parti in contratto
Elemento condizionamento : indicazione delle parti in contratto
Area verde condominiale : anche con indicazione delle parti in contratto
Cortile con parcheggio : meglio specificata l’appicazione ( vedi allegato testo)
Per quanto riguarda le fasce dei valori sono state modificate:

< 4 elementi : minima
4/7 elementi media
> 7 elementi massima
(il valore massimo potrà essere applicato solo con la presenza di 9 elementi: nel testo c’è un refuso che verrà corretto in sede di deposito, è infatti indicato in 8 paramentri)

e sono state inoltre meglio specificate le condizioni per l’applicazione dei coefficienti d’aumento :
Deposito cauzionale : applicazione del 5% in caso di deposito non superiore ad 1 mensilità
Recesso inquilino : applicazione del 5% in caso di recesso con preavviso uguale a zero e fino a tre mesi

Il tutto al fine di rendere più semplice e chiara l’applicazione pratica degli accordi stessi.

Sicuramente occorrerà come da parte di noi operatori una particolare attenzione nella stipula dei contratti concordati, in particolare ricordo l’inserimento di tutti gli elementi relativi al calcolo (parametri , coefficienti di aumento) all’interno del contratto.

Consigliamo come al solito un’attenta lettura del testo dell’accordo territoriale allegato per meglio comprendere tutti gli aspetti utili al calcolo del canone concordato .

Si allegano:

Scheda di calcolo provvisoria, in formato Excel
Testo dell’accordo territoriale provvisorio, in formato PDF
Nei prossimi giorni vi verrà inviata copia dell’accordo con le sottoscrizioni delle associazioni aderenti e copia della cartolina di deposito dell accordo.

Novità affitti comune di Bologna

http://www.fiaip.it