Appartamento Nuovo con Terrazzo San Lazzaro

40068 San Lazzaro di Savena BO, Italia
Vendita 650.000,00€ - Appartamento
S.LAZZARO 2 160 3 Camere da letto 2 Bagni

Appartamento Nuovo con Terrazzo San Lazzaro : In ottima posizione, comoda a tutti i servizi, costruzione di alto livello sia per i materiali utilizzati che per gli impianti installati. L’edificio è all’avanguardia per quanto riguarda il contenimento dei consumi energetici essendo in classi energetiche A3-A4. Disponiamo di un appartamento posto al 3° Piano con ascensore, di mq 160 di superficie commerciale composto da : ampio soggiorno con cucina, grande loggia abitabile di mq 54, tre camere da letto ,doppi servizi.Volendo posto auto privato al piano terra e/o garage all’interrato.

 

 

 

Notizie generiche su San Lazzaro.

Storia

Preistoria ed epoca romana

Giulio Cesare

Bust of Gaius Iulius Caesar in Naples.jpg

Una leggenda raccontata che Gaio Giulio Cesare (allora triumviro), di ritorno dalla campagna militare in Gallia, il 9 gennaio del 49 a.C.(giorno che precedette lo storico attraversamento del fiume Rubicone, compiuto come deliberato atto di disobbedienza verso il senato romano, e che di fatto diede l’abbrivio alla Guerra civile di Cesare e Pompeo) alla testa del suo esercito s’accampò nei luoghi dove sarebbe in seguito sorta la comunità di San Lazzaro di Savena[26][27][28].

Abitato fin dall’antichità da gruppi pur non ancora stanziali, dediti alla pastorizia e all’attività di caccia, nel territorio comunale sono stati rinvenuti numerosi reperti risalenti al Paleolitico, all’Età del rame e all’Età del Bronzo (frazioni Croara, Farneto, Castel de’ Britti, Colunga, Pizzocalvo[29]); inoltre, con la vicina Villanova di Castenaso, è stato il primo testimone della civiltà villanoviana[30][31]: nel 1853, il conte Giovanni Gozzadini portò alla luce una necropoli pre-etrusca, vicino alla parrocchia di Santa Maria Assunta di Caselle (nell’attuale frazione di Caselle)[32][33].

In età romana l’ambiente locale si mostrava per la sua vocazione prettamente agricola (in tal senso, testimonianze sono state trovate in un luogo centrale della città[34]), essendo, fra l’altro, nella zona che abbracciava Bononia, nel tratto della via consolare Emilia di congiunzione con la scomparsa città di Claterna[35].

Attorno al 190 a.C., nell’area dell’attuale frazione Colunga, si accampò parte dell’esercito romano del console Publio Cornelio Scipione Nasica, il quale, nei dintorni ove ora sorge la città di Castenaso sconfisse i Galli Boi. Successivamente, alcuni soldati rimasero in quelle terre, colonizzandole[36].

In località Pizzocalvo, la presenza romana si materializzò nella forma di un insediamento risalente al periodo fra il I e il II secolo d.C.[37]

 

Altre Proprietà