Azienda Agricola con Terreno Casa Colonica e Servizi a Imola.

40026 Imola BO, Italia
Vendita 410.000,00€ - Azienda Agricola
IMOLA 1 53000

Azienda Agricola con Terreno Casa Colonica e Servizi a Imola.   V.ze a 12 Km dal centro, zona Cantalupo ,comoda viabilità ,vendesi Azienda Agricola con Ha 5,3 di terreno, con irrigazione data dalla vicinanza del canale Emiliano -Romagnolo, Casa Colonica da ricostruire completamente  con stalla e fienile attaccati ,su 2 piani , per tot.mq 340, oltre a tettoia per ricovero attrezzi/fienile e altro fabbricato uso ricovero attrezzi e porcilaia di mq 124.Azienda improntata prettamente alla produzione di frutta (fragole, pere , pesche, albicocche e prugne, mele, uva da tavola, ciliegie, cachi, nespole, giuggiole, asparagi oltre ad orticole stagionali ) e alla vendita diretta con negozio in centro a Imola oltre al mercato per 3 volte settimanali sempre di Imola. Impianti in produzione anche di recente costituzione .

 

 

NOTIZIE GENERICHE SU IMOLA.

Imola (Jômla in romagnolo, Forum Cornelii in latino) è un comune italiano di 69 894 abitanti[1] della città metropolitana di Bologna in Emilia-Romagna.È il quinto comune della Romagna[2], il maggior comune della città metropolitana per estensione e il secondo per numero di abitanti, dopo Bologna. È sede amministrativa del Nuovo Circondario Imolese.

Antichità

La città era anticamente chiamata Forum Cornelii, dopo che il dittatore romano Lucio Cornelio Silla la fondò intorno all’82 a.C. La città divenne un centro di agricoltura e commercio.Secondo Paolo Diacono, nel 412 Imola fu teatro del matrimonio di Ataulfo, re dei Visigoti, con Galla Placidia, figlia dell’imperatore Teodosio il Grande.Medioevo[modifica | modifica wikitesto]

Il nome attuale deriva dalla locuzione “Castrum Imolae”, usata per la prima volta nel VII secolo per indicare l’insediamento sul monte Castellaccio; successivamente il nome passò alla città stessa.Nella Guerra Gotica (535-553) e dopo l’invasione dei Longobardi, la città fu governata alternativamente dai Bizantini e dai Longobardi. Con l’Esarcato di Ravenna, Imola passò sotto l’autorità papale. Nel IX secolo fu coraggiosamente difesa contro i Saraceni e gli Ungari da Fausto Alidosi. Nel X secolo la famiglia di Troilo Nordiglio acquisì grande potere.

Nei primi secoli dopo il Mille si susseguirono guerre contro i Ravennati, i Faentini e i Bolognesi, così come lotte interne da gli abitanti di Forum Cornelii, quelli di Castrum Imolae e i Sancassianesi (da Castrum Sancti Cassiani). Nello stesso periodo venne redatto il primo Statuto comunale della città.Nella disputa tra il Papa e l’Imperatore, Imola fu generalmente ghibellina, sebbene essa ritornò spesso al Papa (per esempio nel 1248).

 

Altre Proprietà

Translate »